Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Memory Art

La Pro loco di Tarsia

Storia e modernità

L’inaugurazione

Un sindaco che vede oltre, Roberto Ameruso, rieletto primo cittadino del comune tarsiano per la seconda volta da pochissimo e ancora disponibile ad incassare, orgogliosamente, i complimenti di cittadini, istituzioni, turisti nell’inaugurare la nuova sede della Pro Loco di Tarsia, insieme alla “sua squadra” di giovani amministratori con un’aggiunta di Guido Nico, collaboratore alle attività socio-culturali, e il presidente della Pro Loco Francesco Suglia e con una giovanissima madrina, Miss Valle Crati, Eliana Fatima D’Agostino, tra  il plauso delle numerose persone che hanno riempito la bella piazza San Francesco.

Buona la posizione logistica, difronte alla Casa Comunale, vicina al “Piccolo Teatro”. La sede costituisce, come sottolinea lo stesso primo cittadino, un punto cruciale sulla strada per la "tutela piena del nostro grande patrimonio storico, naturale e paesaggistico". Una fiorente agorà di antica memoria che risponde perfettamente alla volontà, mai sopita, di valorizzare le più profonde radici dell’intero borgo, ponendosi al centro della vita del paese. Emozionato il delegato alla cultura, Roberto Cannizzaro, che è il deus ex machina della programmazione estiva.

Fanno il primo esordio, le tele didattiche che raccontano il “Neorealismo” attraverso un percorso cinematografico, tema centrale, del progetto Memory Art di cui è stato direttore artistico Paride Leporace e che ha visto la sua conclusione dal 21 al 23 agosto con la proiezione dei film Roma città aperta e Ladri di biciclette. Un po’ in sordina, Pier Luigi Sposato il regista del corto dedicato a Nonna Serafina che ha come protagonista la bellissima Sara Ricci, regina delle fiction, e, la giornalista Rosellina Arturi, ufficio stampa e organizzatrice del progetto finanziato dalla Regione Calabria che promuove eventi all’interno dei beni culturali e la cornice di Memory Art non poteva che essere questa.

All’interno della sede una comunicazione d’attrattiva, con un merchandising e souvenir legati alle attrazioni principali che la città offre, alcuni realizzati dall’agenzia ADT Group che ha curato sia il progetto grafico che la stampa, uno fra tutti la riproduzione del quadro di Fingsten, pittore e incisore, tra i più importanti esponenti del primo novecento dell’arte degli ex libris. La serata si è conclusa con il concerto di Otello Profazio.

La compagine negli anni

La Pro Loco di Tarsia viene costituita in data 8 novembre 1990 e vede come suo primo presidente Francesco Covucci. Nel corso degli anni si sono succeduti alla guida dell’associazione, Francesco Sannuto, purtroppo recentemente e prematuramente venuto a mancare, Maria Lavorato, Massimiliano Sannuto. Oggi è in carica Francesco Suglia.

La storia

La Pro Loco di Tarsia è dunque l’associazione storica del territorio e che per prima ha promosso la cultura, lo spettacolo e il turismo in loco. Nel corso degli anni ha sempre avuto come primario obiettivo quello di riprendere, promuovere, tutelare e sostenere le iniziative di carattere turistico - culturale, far conoscere il paesaggio, le tradizioni, la storia, i beni archeologici; culturali e architettonici; esaltare i tipici prodotti eno-gastronomici del paese; accogliere, assistere e informare il turista sulle numerose manifestazioni. iniziative culturali, e attrattive del paese; riuscendo ad accumulare in questo campo un enorme bagaglio di esperienze importantissime in grado di custodire le tradizioni popolari che altrimenti potrebbero scomparire, nel tutelare i patrimoni artistici, storici, ambientali, nel difendere le radici culturali degli abitanti di Tarsia.

Molte le manifestazioni sostenute nel corso degli anni. Le luminarie natalizie, concerti di musica d’autore nelle antiche Chiese del paese; manifestazioni naturalistiche; rappresentazioni teatrali, sfilate di moda con abiti da sposa storici offerti dalla famiglie; manifestazioni sportive; realizzazione di sculture sul posto da parte di artisti; Concorsi d’arte e mostre, Festa popolare con manifestazioni canore, tornei sportivi e giochi popolari; proiezioni audiovisive; Convegni e Dibattiti, iniziative dirette all’accoglienza degli emigrati e dei turisti; la citata sagra del Fungo di ferula, Mostre fotografiche a tema; allestimento presepe; Concorso miglior presepe; viarie iniziative rivolte ai bambini ed ai giovani; calendari su Tarsia e le sue tradizioni.

I contributi Istituzionali e Umani

Importante il sostegno della Regione Calabria e della Provincia di Cosenza, ma soprattutto alla costante collaborazione sia umana che economica di tutte le amministrazioni comunali che si sono avvicendate alla guida della cittadina. Infatti anche lo statuto comunale, prevede al capo III, l’art.18, rubricato come “Pro Loco”, dove si riconosce a questa associazione un ruolo primario tra tutte le forme associative presenti sul territorio locale.

Gli obiettivi

La Pro Loco di Tarsia ha ancora tanti obiettivi da perseguire, quali ad esempio:

  1. l’organizzazione di base nei settori di informazione, accoglienza, coordinamento e della salvaguardia delle iniziative locali di carattere turistico - culturale che è il patrimonio principale del nostro paese;
  2. recuperare e descrivere alla collettività le gesta del passato con testimonianze che ci aiutino a capire chi siamo, quale sono le nostre origini e la metamorfosi che stiamo attraversando;
  3. recuperare monumenti dimenticati o del tutto distrutti (Chiesa,Castelli, ecc.) che sono il patrimonio culturale ed identitario della popolazione di Tarsia.

La mission

E’ quella di fare una “politica culturale”, occupandosi di promozione sia nel senso di valorizzazione delle peculiarità di un’area per favorire il turismo, sia nel senso del miglioramento della qualità della vita per i residenti, attraverso il sostegno ad eventi ed attività socio-culturali, sportive e ricreative.

Eventi e Manifestazioni

la Pro Loco è riuscita a dare attuazione ad un calendario di iniziative che si susseguono nel corso dell’intero anno in grado di valorizzare il territorio e le risorse locali; iniziative che, per la loro peculiarità, hanno riscosso i più ragguardevoli consensi, come in autunno la “sagra del fungo di ferula”, che trova un crescente riscontro di pubblico. Tale evento vede protagonista il prelibato fungo di ferula che si trova sulle colline di Tarsia e cresce spontaneo e abbondante sulle radici della Ferula (Ferula communis L.), pianta erbacea perenne alta da 1 a 3 metri, con fusto eretto, legnoso alla base e ramoso nella metà superiore. Il fungo della Ferula, ricercatissimo dalla popolazione locale, è considerato, nel territorio del comune di Tarsia e nelle zone limitrofe, il “fungo” per eccellenza e viene anche chiamato “fungo di carne” per la sua compattezza, da utilizzare sia per primi che per secondi piatti, e viene preparato e degustato secondo le ricette tradizionali delle famiglie di Tarsia. 

 

 

 

 

 

Desideri informazioni?

Scrivici e verrai ricontattato nel più breve tempo possibile.
Un nostro collaboratore sarà a tua disposizione per ogni esigenza

Clicca qui...

Search

« October 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
logo-memoryart-calce.png
Memory Art e il Campo di Ferramonti di Tarsia
Un legame indissolubile

Partita IVA: 02645780780
© 2020 - Tutti i diritti riservati



Powered by 






Newsletter

Inserisci la tua mail...

Search